LA PSICOTERAPIA DELLA GESTALT è una psicoterapia fenomenologica, ovvero una psicoterapia dell’esperienza: essa lavora attraverso la relazione secondo il modello dialogico, esimendosi dal fornire interpretazioni e/o ricette di vita standardizzati, e lavorando su consapevolezza e su contatto.

 

Nella Gestalt è importante il “COME” più che il “cosa”, il focus va sul processo, sul percorso di riattualizzazione di emozioni e cognizioni funzionali in passato ma disfunzionali nel qui e ora.

In questo percorso, il terapeuta è colui che accompagna il cliente nell’integrazione delle istanze e nella gestione di emozioni come paura, dolore, rabbia.

 

Il terapeuta e il cliente si scelgono vicendevolmente nella costruzione di una relazione di fiducia in cui si riconoscono entrambi come attori di un dialogo costruito e intenzionale, un dialogo tra due soggetti con pari dignità.

Il terapeuta, nell’assoluta sospensione del giudizio, valorizza l’esperienza dell’altro e ciò che l’altro sente, desidera, pensa, vuole, evita, e, come una pila nelle sue mani, illumina la strada che il cliente può percorrere, con tutte le opzioni di cui non si era accorto, da sperimentare e esplorare in un ambiente sicuro quale il setting terapeutico.

 

La parola chiave è “esprimere”, accettare il rischio vitale di mostrare a se e all’altro qualcosa di se stessi e quindi riconoscendosi nella relazione come attori protagonisti affermando “io sono… io sento… io voglio..” invece che il più semplice, ma sterile e senza vie di uscita “tu mi fai sentire…”.

 

In psicoterapia della gestalt si lavora con il QUI E ORA, il focus è ciò che i vissuti rappresentano nell’attualità della vita della persona. E si lavora con i conflitti interni e le polarità che albergano in ognuno di noi: spesso non riusciamo ad identificarle e a dare loro voce, e quindi si crea un caos interno che produce sofferenza e che non ci permette di identificare vissuti, emozioni e bisogni; quando le polarità trovano voce e dignità il conflitto interno si scioglie in una integrazione funzionale.

 

“Se ti assumi la responsabilità di quello che stai facendo, del modo in cui produci i tuoi sintomi,

del modo in cui produci la tua malattia, del modo in cui produci la tua esistenza

– al momento in cui entri in contatto con te stesso – allora ha inizio la crescita, ha inizio l’integrazione.” 

 

                                                                                                                       F. Perls

 

La psicoterapia della Gestalt permette anche un LAVORO PROFONDO E FUNZIONALE CON BAMBINI E ADOLESCENTI. Violet Oacklander ha gettato i presupposti della Gestalt Play Therapy ed ha lavorato con questo modello per molti anni, formando poi altre terapeute che lo hanno diffuso in molti Paesi del mondo.

 

E’ un modello con cui il terapeuta lavora con i bambini e gli adolescenti per aiutarli ad esprimere, e quindi a armonizzare ed integrare, i loro vissuti di angoscia, di rabbia, di dolore, di insicurezza e ansia ed in generale di disagio attraverso il gioco: con l’uso del disegno e della pittura, della manipolazione dell’argilla, dell’allestimento di scenari nella sabbiera, dell’uso di marionette e di molte altre tecniche di gioco. Attraverso la Gestalt Play Therapy i bambini trovano una modalità di espressione delle emozioni non accettate. 

 

QUESTO TIPO DI PSICOTERAPIA INFANTILE, DUNQUE, NON SI SVOLGE DUNQUE DANDO COMPITI AI BAMBINI O ALLE FAMIGLIE MA CON TECNICHE E MODALITÀ CHE PREVEDONO IL GIOCO, L’IDEAZIONE, L’IMMAGINAZIONE E LA CREATIVITÀ. 

E’ una modalità terapeutica che ha la sua origine in California e una lunga tradizione negli Stati Uniti; i formatori hanno poi diffuso questo approccio in moltissimi paesi nel mondo: Russia,  Europa, America Latina, Sudest asiatico, Korea e Cina.

In Italia è arrivata solo da due anni e vi sono nel nostro paese solo una ventina di psicoterapeuti formati in questo tipo di lavoro.

 

E’ una psicoterapia innovativa quanto valida, dolce, delicata e soprattutto efficace per bambini e gli adolescenti. 

 

Monica Torsellini

psicologa

psicoterapeuta

Dr.ssa Monica Torsellini - Firenze - 3470655566 | monicatorsellini@yahoo.it